CAI Bordighera

Vai ai contenuti
IL CONSIGLIO

Presidente, Oliviero Bessone  Vice presidenti,  Ettore Anghinoni e Sandro Seva
Segretario Elvio Fraboni , Tesoriere Valentina Bobbio.   Consiglieri: Elio Balestra, Francesco Carè, Franco Aichino, Mimmo Maisano.
Revisori dei conti ; Angelo Del Giudice, Davide Girardo, Giovanni Molinari.  Delegato Franco Aichino
La sede è aperta tutti i  Venerdì dalle ore 21,00 alle ore 23,00 e venerdì dalle ore 09.30 alle 12,00 tel 0184262797  mail caibordighera@caibordighera.it
Il consiglio che si riunisce ogni primo giovedì del mese alle ore 21,30.


Il centro fondo " Nello Caldi " a Colla Melosa (mt. 1545) vi aspetta tutti i giorni per offrirvi una splendida pista
intorno al monte Corma, dal nuovo rifugio F. Allavena, tra larici ed abeti. Unica in Liguria su di un colle , con
ampi panorami sulle Alpi Liguri e Marittime, con vista sul mare.
Pista sci di fondo con anelli da 1,5 km - 3 km - 4 km - 5 km per Tecnica-classica, ( in fase di omologazione per
Tecnica-libera ) ,anelli con varie difficoltà : pista blu - rossa - nera .


I monti Toraggio, Pietravecchia e Grai si innalzano sullo spartiacque tra Nervia  e Roia, al confine tra la Liguria e la Francia. Malgrado la vicinanza del mare (le spiagge di San Remo e Bordighera distano solo una ventina di chilometri), si tratta di montagne di tutto rispetto, gigantesche e dirupate. Il Toraggio, in particolare, è una bella montagna piramidale, che emerge dalla cresta di confine con ardite pareti rocciose




L’altura di Cima di Marta e il lungo costone roccioso del Balcone di Marta che si protende nella media Val Roja a
dominio del bacino di Saorge, si trovarono al centro, assieme alle vicine localita’ dello spartiacque, Testa della Nava,
Colle Ardente e Monte Saccarello, dei gloriosi e sanguinosi attacchi francesi dell’aprile del 1794. Tutto il crinale era
stato adeguatamente fortficato dagli Austro-piemontesi; Cima Marta, Testa della Nava, Cima del Bosco e l’elevazione
di Monte Saccarello rappresentavano i punti di forza di questo dispiegamento.


Il Canyon del Barbaira è  sicuro di uno dei Canyon più affascinanti della regione. La presenza costante di acqua, trasparente e cristallina, la roccia calcarea e chiara lo hanno trasformato in una delle mete più ambite dagli appassionati del Canyoning da tutto il mondo.  La sua discesa offre un percorso, in ambiente stupendo con vasche di color smeraldo . Un piccolo gioiello incastonato nella Valle Nervia, alle spalle dell’abitato di Rocchetta Nervina, a meno di mezz’ora dalle affollate spiagge della Riviera Ligure e a Circa un ‘ora dalla nota Costa Azzurra francese. Ogni anno migliaia di persone, appassionate di torrentismo o attirate dalla bellezza dell’entroterra del borgo medioevale di Rocchetta Nervina, si riversano nel periodo estivo in cerca di emozioni .


Raggiungibile; in auto con autostrada dei Fiori A 10, uscita a Bordighera per la Via Aurelia direzione Ventimiglia per circa 4 km. incrocio per la Valle Nervia S.P. 64, indicazioni Dolceacqua, Pigna Colla Melosa, Rifugio Allavena, ore 1 da Bordighera. Oppure uscita autostradale di Arma di Taggia, per la Valle Argentina , direzione Taggia S.P. 548, Molini di Triora, prima di entrare nel paese sulla sinistra indicazioni per Colla Melosa, Rifugio F. Allavena , ore 1 da Arma di Taggia


Torna ai contenuti